top of page

PROCTOLOGIA

La proctologia si occupa della diagnosi e del trattamento delle problematiche a carico dell’area ano-rettale (emorroidi, fistole anali, ragadi, condilomi) e dei disturbi della defecazione.

Che cos’è la visita proctologica?

La visita proctologica è una visita medica che viene eseguita da un medico specializzato nello studio e nella cura delle patologie che interessano il retto e l’ano.

 

Oltre ai pazienti con malattia proctologica già nota, si può essere inviati al proctologo dal medico curante per accertare la natura di sintomi a carico del retto e dell’ano come:

  • dolore

  • sanguinamento

  • prurito

  • secrezioni purulente

  • tumefazioni. 

 

A cosa serve la visita proctologica?

La visita proctologica è utile per diagnosticare e curare patologie di carattere proctologico tra cui:

  • emorroidi

  • ragadi anali

  • fistola anale

  • prolasso rettale

  • rettocele.

 

È consigliabile sottoporsi a questo tipo di visita alla comparsa dei primi sintomi, perché questi potrebbero anche essere legati all’insorgenza di una patologia tumorale.

 

A questa visita si possono sottoporre anche tutte le persone con malattia proctologica già nota per monitorarne l’eventuale evoluzione. 

Come si svolge la visita proctologica?

Nella prima parte della visita il medico eseguirà l’anamnesi del paziente, raccogliendo il maggior numero di informazioni riguardanti storia clinica e stile di vita (alimentazione, fumo, consumo di alcol, livello di attività fisica e di sedentarietà, eventuali patologie a carico, altri casi in famiglia di patologie proctologiche, eventuale assunzione di farmaci).

 

Chiederà poi al paziente di descrivere la sintomatologia riscontrata. In questa prima fase della visita il medico procederà anche con la visualizzazione degli esami medici relativi al problema proctologico eventualmente già eseguiti dal paziente.

La seconda parte della visita consiste in un’ispezione completa del canale anale – mediante osservazione e palpazione, e poi nell’ esplorazione rettale digitale. Il medico, se lo ritiene opportuno, per una più accurata esplorazione rettale interna può sottoporre il paziente all’anoscopia che viene effettuata mediante l’introduzione nel canale anale dell’anoscopio, piccolo tubicino lungo 5-6 cm e largo poco più di un dito che permette la visione diretta del canale ano-rettale, o alla rettoscopia rigida che permette anche la visualizzazione diretta del retto.

Sono previste norme di preparazione? 

Il paziente porti con sé eventuali esami effettuati su richiesta del proprio medico curante e tutta la documentazione eventualmente posseduta.

 

Prima della visita proctologica non è richiesta alcuna preparazione specifica.

Presso i Poliambulatori San Luigi puoi prenotare le seguenti prestazioni:

  • Visita Proctologica

  • Anoscopia

  • Rettoscopia

  • Legatura Emorroidi

  • Esame delle Feci

  • Esami del Sangue

bottom of page