top of page

AGOPUNTURA E IPNOSI TERAPEUTICA

AGOPUNTURA
IPNOSI

AGOPUNTURA

Come agisce l’agopuntura?

Alcune teorie orientali affermano che la salute dell’organismo dipenda dall’armonica interazione tra la mente (Shen) e le funzioni energetiche (Qi) del corpo. 

L’energia vitale fluirebbe lungo una rete di canali, chiamati ‘meridiani’ e quindi, ogni patologia sarebbe riconducibile ad un blocco della circolazione energetica dovuto a un deficit o accumulo di energia.

La stimolazione di particolari punti sui meridiani attraverso l’inserimento nel derma di sottilissimi aghi, permetterebbe di sbloccare il flusso energetico, restituendo al corpo salute e benessere.

Come tutte le terapie mediche, l’agopuntura prevede di definire, in primis, una diagnosi generale a cui segue una corretta proposta terapeutica.   

 

I benefici dell’agopuntura

Secondo svariate ricerche scientifiche occidentali, i benefici dell’agopuntura sono diversi e sono: 

  • la stimolazione della produzione di sostanze analgesiche e antinfiammatorie naturali (endorfine e neuromediatori) da parte delle cellule;

  • blocca la trasmissione della sensazione dolorifica; 

  • permette di chiudere il 'cancello del dolore', impedendone il passaggio (teoria del gate control). 

 

Come si effettua?

Una volta inquadrato il problema da trattare  il medico posiziona gli aghi in alcuni punti specifici, collocati sui meridiani, presenti in tutto il corpo. 

Gli aghi con i quali si agisce sono sterili e monouso, molto più sottili di un ago convenzionale, penetrano la pelle solo per pochi millimetri e la procedura non è dolorosa.  

Una volta applicati, gli aghi restano in posizione dai 15 ai 30 minuti, per far sì che le forze vitali vengano riequilibrate e l’organismo riacquisti il suo stato ottimale. Ogni punto stimolato, provocherebbe un effetto terapeutico anche grazie alla:

  •  produzione delle endorfine;

  • attivazione di un’area a livello del sistema nervoso centrale. 

Gli aghi inoltre avrebbero un’azione rilassante e antinfiammatoria sui muscoli.  L’indicazione è di sottoporsi all’agopuntura 1 volta alla settimana, per un totale di 5-10 sedute.  

 

Per quali malattie è utile?

L’agopuntura viene utilizzata soprattutto in caso di dolore. 

L’elenco delle sindromi dolorose, nelle quali è applicabile, è indicativo e inevitabilmente incompleto:

  • testa: cefalee, emicranie, nevralgie varie;

  • colonna vertebrale: cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, sciatica, artrosi, ernia e protrusioni del disco, radicolite, dolore miofasciale, fibromialgia, dolori reumatici;

  • spalle-braccia: tendinopatie, algodistrofie, nevralgie varie;

  • arti Inferiori:  (gambe): sciatica, dolore localizzato al ginocchio, anca.      

 

L’agopuntura viene usata anche per patologie non dolorose come:

  • allergie;

  • asma;

  • stipsi;

  • colon irritabile;

  • disturbi ginecologici (mestruazioni dolorose, sindromi post-menopausali);

  • disturbi del sonno, ansia, depressione.

                                                     
Vantaggi

Ecco i vantaggi dell’agopuntura:

  • non utilizza farmaci (negli aghi non sono contenuti medicamenti, servono solo per stimolare);

  • non è dolorosa;

  • è sicura, nella stragrande maggioranza dei casi non comporta effetti collaterali o complicanze;

  • può essere usata anche quando i farmaci o le altre tecniche sono controindicate, come in presenza di allergie, gravi malattie (insufficienza respiratoria, renale, epatica, cardiaca).

 

Riconoscimenti  

L’agopuntura è riconosciuta ed approvata non solo da vari Servizi Sanitari Nazionali (NHS del Regno Unito, NIH degli USA), compreso quello italiano, ma anche dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). 

Alcuni Ordini dei Medici, hanno istituito un elenco speciale degli esercenti l’agopuntura. 

 

E’ importante sottolineare che in Italia, questa tecnica può essere praticata solo da laureati in Medicina, abilitati ed iscritti all’Ordine di competenza.  

IPNOSI TERAPEUTICA

L’esperienza della trance ipnotica riguarda sostanzialmente il vissuto di focalizzazione dell’attenzione (spesso “dentro di sé”: ricordi, pensieri, sensazioni, …) e una ridotta consapevolezza periferica (quello che accade nell’ambiente reale non ha molta importanza).

Questa “riduzione”, mai totale, dello stato di coscienza è caratterizzata dall’aumentata capacità di rispondere “in modo automatico” alle suggestioni e alle evocazioni che vengono proposte dall’ipnotista o che sorgono spontaneamente nel soggetto.

L’induzione ipnotica è una procedura progettata per indurre in modo deliberato un’esperienza ipnotica in un soggetto. “Situazioni ipnotiche”, “contesti ipnotici”, “stimoli ipnotici” sono altri possibili facilitatori dell’instaurarsi di uno stato ipnotico.

Per “ipnosi clinica” e “psicoterapia ipnotica” si intende l’uso dell’ipnosi nel trattamento di problemi o disturbi medici e psicologici. Si tratta perlopiù di una “ipnosi suggestiva” in cui all’induzione ipnotica seguono una serie di suggestioni terapeutiche, dirette (comandi) o mediati dall’immaginazione, appositamente “costruite” per aiutare il paziente a superare il suo problema.

È un tipo di terapia in cui il paziente ha un ruolo sostanzialmente passivo: riceve suggestioni.


Per ipnoterapia si intende invece un modello di psicoterapia che mira ad un cambiamento psicologico “più profondo”, su un livello strutturale; l’ipnoterapeuta utilizza le trance ipnotiche e facilita le esperienze ipnotiche terapeutiche nel paziente affinché questi possa riorganizzare “dall’interno” i propri significati personali e il proprio mondo esperenziale. È quindi una psicoterapia in cui il paziente è attivo soprattutto quando “è in trance” perché è lui che attiva una sua personale ricerca inconscia di significati.

Presso i Poliambulatori San Luigi puoi effettuare le seguenti prestazioni: 

  • Seduta di Agopuntura per qualsiasi tua necessità

  • Seduta di Ipnosi Terapeutica 

bottom of page